Configurations Error(!)

Non è forse vero che i Tg danno molto più spazio ed importanza a "Chi" ha rivendicato l'attentato rispetto a chi ha subito le conseguenze dell'attentato stesso?

Il "fascino" di trasmissioni come "Chi l'ha visto" non risiede forse nel tracciare il profilo e la storia pregressa della persona scomparsa più che nel ri-trovarla? Una volta tornata alla luce (viva o morta, chissenefrega), non interessa più a nessuno: fine della trasmissione.

Sì, "The End", proprio come in un film. Perché la 'realtà' odierna è molto più cinematografica che realistica: ci soffermiamo più sulla CAUSA di un dato evento che sull'EFFETTO che può causare il fatto accaduto.

Ho visto giornalisti scannarsi per aver ragione e riguardare al rallentatore 10 volte la stessa azione, in 10 angolazioni differenti e il tutto per definire se l'azione si fosse svolta o meno in modo regolare, se ci fosse o meno il fuorigioco: ma il fatto è che il calciatore in questione, ben prima che l'arbitro fischiasse (quindi pensando di essere regolarmente in gioco), aveva già scagliato la palla in curva.
Ma il focus della trasmissione è incomprensibilmente incentrato sul capire se fosse o meno in posizione regolare, come se non contasse nulla il fatto che non avrebbe comunque fatto gol: una perdita di tempo inutile, inconcludente, basata sulla determinazione di un elemento irrilevante.

E questa tendenza ad analizzare/criticare gli eventi, più che ad osservarne concretamente i risvolti (per poi trovare soluzioni), "grazie" al bombardamento mediatico sensazionalista a cui siamo sottoposti (tra Buona domenica, Porta a porta, Quarto Grado, Quinta Colonna, ecc... oltre a Tg e reality vari), si è diffusa ed insediata in ogni ambito, dalla politica all'informazione, influenzando anche le nostre abitudini quotidiane, ahimè, fino a contaminare le relazioni di coppia.

Non vi capita mai di litigare con il/la partner per definire chi avesse ragione, per poi rendervi conto che al fine del raggiungimento dell'obiettivo concreto la discussione si poteva evitare perché era del tutto inutile?

Non capita mai che acquistiamo prodotti perché ci hanno suggestionato sul 'come' li hanno creati e quindi ci concentriamo più sulla loro "provenienza" che non sui loro effettivi benefìci?

Tornando all'ambito mediatico, è vero che è funzionale studiare e capire l'identikit del nemico, per riuscire a "prevenirlo" in futuro, ma io vorrei avere più informazioni delle 300 persone massacrate, che non sapere vita, morti e miracoli del terrorista.
Invece rivediamo ossessivamente le immagini di quello che è successo 10.000 volte, ascoltiamo le testimonianze di chi ha assistito ed i commenti di esperti che lì nemmeno c'erano.

La "Moviola" viene inventata negli USA nel 1917: è un proiettore cinematografico per la visione di filmati in fase di montaggio. Poi il suo significato si estende ed alla fine degli anni '80 anche lo Zingarelli si aggiorna inserendo la nuova voce "trasmissione televisiva che, specialmente per gli incontri di calcio, permette di vedere lentamente e con frequenti ripetizioni una data azione". Il tutto è attribuito al suo "inventore", in ambito sportivo, il giornalista Carlo Sassi.

Io ri-aggiornerei lo Zingarelli con la nuova voce "voyeurismo mediatico inconcludente e dannoso per la salute propria e delle relazioni".


Igor Nogarotto

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
FB: https://www.facebook.com/profile.php?id=100010034592111




LA MALORA ALL’ESORDIO CON L’ALBUM
“LA MALATTIA MENTALE È CONTAGIOSA”

In uscita per l’etichetta Orzorock Music il 22 aprile 2016 un progetto musicale dal sound rock che si caratterizza di un’identità narrativa caleidoscopica che ben sa raccontare i mille volti della mente umana.



Sergio Del Sabato, frontman del gruppo racconta così il primo lavoro discografico della sua band: «Tutte le sfumature di grigio costrette in due colori non colori. Il nero su bianco che urla contaminazione.

La malattia mentale è contagiosa, proprio  come la prima parola/nota scritta per questo album che come un virus ha posseduto ogni persona che ha partecipato alla sua creazione.

Il concepimento: testi che prendono spunto da ogni cosa attorno e dentro noi, che vengono riconosciuti da una chitarra acustica e straziati dall'elettricità.»

Guarda qui il video del primo singolo estratto “Claudio Baglioni”:
http://www.youtube.com/watch?v=nlIIBbez8go


TRACK BY TRACK

1. Antonietta -  Antonietta, psichiatrica, senza denti, sguardo penetrante, è un'opera d'arte vivente. Si intravedono in lei squarci di dolore, di violenza, passione e verità .

2. Claudio Baglioni - Claudio Baglioni nasce da una foto del cantante da bambino in piena estate vicino a dei vasi di gerani. Da quella foto escono odori e immagini che evocano il ricordo di  momenti e sensazioni, quelle raccontate nel pezzo. Sono sensazioni presenti nell’immaginario di chi ha vissuto quegli anni da bambino e Claudio Baglioni era indubbiamente una delle voci di sottofondo musicale.

3. Cavalla - È bello pensare in un momento qualsiasi a degli oggetti soli, lasciati da qualche parte. Nella linearità del quotidiano, lo stupore di quello che può nascondersi, ci rivela della bellezza.

4. Natale - Quando ti senti fuori dalle situazioni, fuori dalla casa di qualcuno che amavi, fuori dal calore.

5. Strana domenica - Il giorno dopo. Quello dopo esperienze forti, evasive, ti fa sembrare ogni cosa morbida. Ti accorgi di tutti i particolari e te li gusti beato.

6. Posati qui - È una persona ormai inesistente, lontana. La si può ricomporre, al di là dei ricordi, in un’immagine più consona, che possa fare meno male.

7. Amore criminale - È così comprensibile quello che può succedere in un momento di follia tra due persone che credono di amarsi. Ma c’è una linea precisa che fa la differenza.

8. Lucido - Un amore sublime, assaporato quando i sentimenti sono totalizzanti. L’oggetto d’amore è però un’enormità che non si può gestire, impossibile da vivere.

9. Spio - L’altro” è un mondo affascinante da osservare senza essere visti, è interessante spiarlo nella sua purezza. Poi il sentimento sporca le cose e si diventa un sollievo, una fonte di calore ma anche di soffoco l’uno per l’altro.

10. Joppolo provincia di Vibo Valentia - Il godimento della solitudine vissuto con il corpo che ti porta a fluttuare anche con la mente. Ma le forme implacabili della natura ti ricordano l’angoscia e ti minacciano.

BIO
La Malora, gruppo originario di Acqui Terme (AL), muove i suoi primi passi alla fine del 2011, iniziando a costruire un suono elettroacustico sui pezzi in italiano di Sergio e Anna. Raccolti un po' alla volta i componenti, dopo alcuni cambi di formazione, La Malora è oggi: Sergio Del Sabato (voce – chitarra), Federico Chigo Garbarino (basso voce), Paolo Patanè (batteria), Giorgio Viviani (chitarra – tastiere).
Il 22 aprile 2016 uscirà per Orzorock Music il primo disco di La Malora, "La malattia mentale è contagiosa", con la produzione artistica di Andrea Cavalieri (Ensemble di Musiche Possibili, Yo Yo Mundi).

CONTATTI & SOCIAL
Facebook: http://www.facebook.com/lamaloraacqui
Twitter: http://twitter.com/lamaloraacqui
Instagram: http://www.instagram.com/lamaloraacqui/
Spotify: http://play.spotify.com/artist/7jUnGl9nOhQDmNkJLZw9qL




Rock, melodia, cuore e ferro: così si caratterizza il cuore pulsante custodito in un brano che saprà emozionare

Correrei intorno al mondo”, è il primo tassello di un lavoro musicale ben più ampio che coinvolge Andrea La Gona nella veste di autore e compositore.

Le sonorità calde e ritmate del rock d’oltreoceano insieme alla vena pulsante del pop italiano fanno di “Correrei intorno al mondo” una fusion di atmosfere musicali delicate, graffianti ed appassionate.

Il brano, disponibile dal 29 Febbraio 2016 su tutte le piattaforme musicali tra cui iTunes, Amazon e GooglePlay, vede La Gona in qualità di co-autore di spartito e parole insieme alla collaborazione artistica di Fabrizio Venturi

BIO

Andrea La Gona nasce il 16 agosto 1984. Fin da giovanissimo si avvicina agli studi di musica classica, chitarra e tecnica vocale, costruendo da subito le solide basi che andranno a sorreggere poi la sua carriera musicale.

Nel 2003, sul palco del teatro comunale di Sulmona, partecipa come cantautore ad “Un giorno insieme” manifestazione musicale dedicata ad Augusto Daolio con la partecipazione di Edoardo Bennato, Alessandro Centofanti ed Edoardo De Angelis. Questa è la fase in cui studio e composizione si intrecciano. Andrea forma gli EISI e partecipa nel 2004 alla finale del “Montecarlo Rock Festival” per “Radio Music Village” in occasione della serata finale del Festival di Sanremo. Sempre con gli Eisi nel 2005 è la volta della finale di “Bologna Music Festival” presso lo Sugar Reef di Arezzo. Qui il pentagramma pop/rock melodico, che lo aveva fin a quel momento contraddistinto, lascia decisamente spazio ad una nuova esperienza musicale totalmente rock. Successivamente insieme ad un gruppo di amici musicisti mette in piedi gli Smokout e la Bon Jovi Tribute Band i quali tour vengono promossi dall’agenzia Master Star di Paolo Boccia. Da segnalare la fervida attività concertistica che vede serate, live e partecipazioni con artisti quali Alberto Camerini, Righeira, Francesco Sarcina, Daniele Magini, Paolo Migone, Sergio Sgrilli, Mario Biondi ed altri ancora. Nel 2016, sempre con produzione della Master Star nasce il nuovo progetto musicale da solista che consacra un’attitudine musicale virata su sonorità graffianti ma delicate che strizzano l’occhio al rock d’oltreoceano.

Etichetta discografica: Advice Music di Alberto Boi
Produzione Esecutiva: Master Star di Paolo Boccia

CONTATTI & SOCIAL:
FACEBOOK PROFILE: http://www.facebook.com/andrea.lagona.3
FACEBOOK FAN PAGE: http://www.facebook.com/andrealagonaofficialpage
TWITTER: http://twitter.com/AndreaLaGona
INSTAGRAM: http://www.instagram.com/andrealag/
YOUTUBE CHANNEL: http://www.youtube.com/channel/UCuXw4gO2K7SwyihLYR2qcBw
WEBSITE: http://www.andrealagona.it



Più Valore al Lavoro
Contrattazione Occupazione Pensioni
CONDUCE LUCA BARBAROSSA
CON MARIOLINA SIMONE

Ecco il cast artistico dell’edizione 2016!
SKUNK ANANSIE, MAX GAZZÈ, VINICIO CAPOSSELA con i CALEXICO, ASIAN DUB FOUNDATION, SALMO, MARLENE KUNTZ, TIROMANCINO, FABRIZIO MORO, GIANLUCA GRIGNANI, COEZ, BUGO, DUBIOZA KOLEKTIV, TULLIO DE PISCOPO, RAIZ MESOLELLA ROSSI, GARY DOURDAN feat. NINA ZILLI, NADA con A TOYS ORCHESTRA, PERTURBAZIONE feat. ANDREA MIRÒ, BANDABARDÒ con GAUDATS JUNK BAND, MAU MAU, AMBROGIO SPARAGNA, PEPPE BARRA, REZOPHONIC, MODENA CITY RAMBLERS & FANFARA DI TIRANA, EUGENIO BENNATO, MALDESTRO, THEGIORNALISTI, ORCHESTRA OPERAIA per REMO REMOTTI con PETRA MAGONI, Massimiliano Bruno, Stefano Fresi, Max Paiella, Anna Foglietta, Michela Andreozzi e Carlotta Natoli, ENZO AVITABILE, TONY CANTO con FAISAL TAHER, MIELE, IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI, MED FREE ORKESTRA con ROBERTO ANGELINI e MATTEO GABBIANELLI, BLEBLA, SANTINO CARDAMONE… e i finalisti del contest 1MNEXT Banda del Pozzo, Banda Rulli Frulli e Il geometra Mangoni con le incursioni di TG LERCIO

Torna anche quest’anno il CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO di Roma, tradizionale appuntamento promosso come sempre da CGIL, CISL e UIL ed organizzato da iCompany e Ruvido Produzioni, che dal 1990 raduna nel giorno della Festa dei Lavoratori migliaia di spettatori in una delle piazze più importanti della capitale, Piazza San Giovanni in Laterano, per 8 ore di musica. Il tema di quest’anno è Più Valore al Lavoro: Contrattazione Occupazione Pensioni.

A condurre l’edizione 2016 sarà LUCA BARBAROSSA che, per la prima volta nelle vesti di presentatore del Concertone, porterà sul palco tutta la sua esperienza di musicista e conduttore. Lo affiancherà Mariolina Simone, conduttrice radiofonica e televisiva, da sempre molto vicina al mondo della musica.

Il Concerto del Primo Maggio vedrà per la prima volta gli interventi satirici del TG Lercio, il tg di Lercio.it, sito di satira politica nato nel 2012, che in pochi anni è diventato una fonte inesauribile di battute, soprattutto per il popolo del web.

La musica sarà la vera protagonista del concerto, con un cast composto da nomi di grande prestigio, anche internazionale. Ecco gli artisti che si esibiranno sul palco del CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO: SKUNK ANANSIE, MAX GAZZÈ, VINICIO CAPOSSELA con i CALEXICO, ASIAN DUB FOUNDATION, SALMO, MARLENE KUNTZ, TIROMANCINO, FABRIZIO MORO, GIANLUCA GRIGNANI, COEZ, BUGO, DUBIOZA KOLEKTIV, TULLIO DE PISCOPO, RAIZ MESOLELLA ROSSI, GARY DOURDAN feat. NINA ZILLI, NADA con A TOYS ORCHESTRA, PERTURBAZIONE feat. ANDREA MIRÒ, BANDABARDÒ con GAUDATS JUNK BAND, MAU MAU, AMBROGIO SPARAGNA, PEPPE BARRA, REZOPHONIC, MODENA CITY RAMBLERS & FANFARA DI TIRANA, EUGENIO BENNATO, MALDESTRO, THEGIORNALISTI, ORCHESTRA OPERAIA per REMO REMOTTI con PETRA MAGONI, Massimiliano Bruno, Stefano Fresi, Max Paiella, Anna Foglietta, Michela Andreozzi e Carlotta Natoli, ENZO AVITABILE, TONY CANTO con FAISAL TAHER, MIELE, IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI, MED FREE ORKESTRA con ROBERTO ANGELINI e MATTEO GABBIANELLI (Kutso), BLEBLA e SANTINO CARDAMONE.

In apertura, si esibiranno i 3 finalisti del contest 1MNext, dedicato agli emergenti. I 3 finalisti sono La Banda del Pozzo (da Barcellona Pozzo di Gotto), Banda Rulli Frulli (da Finale Emilia) e il geometra Mangoni (da Pistoia). Il vincitore assoluto del contest sarà decretato sul palco del Concertone.

La manifestazione musicale andrà in onda, in diretta televisiva dalle ore 15.00 a mezzanotte su Rai 3 e sul canale 501 HD. La regia è di Cristiano D'Alisera.

L’evento sarà trasmesso in diretta anche su Radio 2, partner ufficiale dell’evento.

La Ventiseiesima edizione del Concerto del Primo Maggio sarà quindi ricca di contaminazioni stilistiche e musicali e, come ogni anno, non mancheranno momenti di riflessione sul tema dell’occupazione, sull’ambiente, la legalità e le tradizioni.

http://www.primomaggio.net - http://www.facebook.com/primomaggioroma
http://www.twitter.com/primomaggioroma - http://www.instagram.com/primomaggioroma

Ufficio Stampa Primo Maggio: Parole & Dintorni
Valentina Corna Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



Altri articoli...

Pagina 3 di 60

3

Ci piace Samigo!



Brani inediti per Interpreti, richiedi informazioni

Vendita immobile zona LANGHE (Piemonte)

NINNA NONNA, la canzone dei Nonni

Il best seller "Volevo uccidere Gianni Morandi"

Italia vaffanculo



POPE is POP - New SAMIGO Production



Area riservata