Configurations Error(!)


Image Review Concerti

Ci sto ancora pensando al loro concerto, e forse già questa è una buona cosa.
Dopo Bologna, la seconda e ultima tappa del A Weekend in the City Tour sbarca a Milano: il pubblico dell'Alcatraz c'è e si fa sentire, anche se non sembra essere quello delle grandi occasioni. La scenografia del palco è semplice e lineare ma gli effetti di luce sono potenti e avvolgenti. Più o meno le stesse caratteristiche di Kele, Gordy, Russell e Matt. Nell'aria si respira la tendenza ad un live subito tirato e compresso, ed infatti la band non delude: con Song for a Clay, Like eating Glass, Hunting for Witches, Positive Tension e, naturalmente, Banquet, i Bloc Party miscelano alla perfezione i successi di Silent Alarm con le canzoni del nuovo album...

Quando però l'atmosfera inizia a scaldarsi sul serio, quando anche i muri del club iniziano ad entrare in sintonia con una band in stato di grazia, il tutto finisce e l'imminente magico secondo tempo che mi stavo già pregustando resta solo nei miei pensieri e non trova riscontro nella realtà. Nel giro di pochi minuti il locale si svuota e rimango fermo a pensare: davvero non si poteva chiudere meglio questo live? O è stato finire dopo il primo tempo l'arma vincente dei Bloc Party? Ci sto ancora pensando, probabilmente non lo capirò mai, e forse questa è un'altra cosa buona.
Scrissi tempo fa che il concerto dei Kaiser Chiefs fu come una stupenda sveltina: questo dei Bloc Party mi è sembrato un coito interrotto.

Enrico Scudeler

Promuovi il tuo videoclip

Ci piace Samigo!



Brani inediti per Interpreti, richiedi informazioni

Vendita immobile zona LANGHE (Piemonte)

NINNA NONNA, la canzone dei Nonni

Il best seller "Volevo uccidere Gianni Morandi"

Italia vaffanculo



POPE is POP - New SAMIGO Production



Area riservata