Configurations Error(!)

Per organizzare spettacoli con l'Artista CRISTINA CHIABOTTO contattare:
Igor Nogarotto General Manager & Art Director Samigo Sas
Cell. 347.9346400 - Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
SAMIGO Management comici, cabaret Zelig, Colorado (Cafè)


E' il 1986, la mia favola inizia il 15 settembre quando, alle due del pomeriggio, decido di dare il mio primo sguardo al mondo. Comincia tutto in un angolo del Piemonte, a Moncalieri.

Anima del sud, ereditata dal cuore beneventano di mia mamma. E mente del nord, trasmessa da papà, piemontese doc. E presto, a casa, arriverà anche Serena, la mia “sister”.

Timida e solare, sorrido sempre e ovunque. Ma ancora non so che proprio quel sorriso diventerà il mio più grande compagno di viaggio. Mi appassiona la danza, ma sogno di diventare la signora in giallo dei tempi moderni. Sì, una criminologa d’acciaio. I primi passi al Liceo della comunicazione all'istituto Maria Ausiliatrice di Torino. Una ragazza come tante. Più o meno. In effetti, non è che passassi proprio inosservata con quell'altezza.

Si dice che una telefonata può cambiare la vita, nel mio caso si è trattato di un clic al computer. Fantastico. Sfilate e selezioni, arrivo alla passerella delle passerelle: “Sì, Miss Italia 2004 è la numero... 2: Cristina Chiabotto”. Da quella sera del 19 settembre inizia il mio viaggio ad altissima quota.

“Miss Chiabotto” in pubblico, Cristina per tutti. Dalle stradine di Borgaro Torinese - dove vive la mia famiglia - all'Italia intera, sempre con lo stesso sorriso. Passerelle, servizi fotografici e subito una benedizione di acqua...Rocchetta: divento la ragazza plin plin, "pulita dentro e bella fuori". Entro nelle case degli italiani insieme all'idolo Alessandro Del Piero, il capitano della Juventus, la mia squadra del cuore. La televisione, fino a quel momento una piccola scatola a cui non avevo mai dato troppa importanza, arriva nella mia vita come un bellissimo regalo da scartare. E io non mi tiro indietro. Inizio con il ballo di benvenuto con Raimondo Todaro e il 6 gennaio 2006 ecco la vittoria di Ballando con le Stelle. Regina dell’acqua e della danza, oltre qualsiasi sogno.

In realtà è soltanto l'inizio. La magia prosegue spedita, per starle dietro corro da nord a sud. Aerei e treni: sono sempre in viaggio. E proprio durante un viaggio una telefonata cambia di nuovo la mia vita. A riceverla, in realtà, è la mia manager Mara: «Vogliamo Cristina a condurre le Iene». Non c’è tempo per pensare, ma solo per sentirsi baciata nuovamente da un destino speciale. Mediaset chiama e io rispondo. Incredula, ma sorridente. No, non sono su Scherzi a parte. Almeno per ora...

Iena ridens, mi ribattezzano subito. La prima diretta è adrenalina pura. Pazzesca, come la copertina di Tv Sorrisi e Canzoni: body painting, trasformata e dipinta da Iena. Alla faccia della criminologa. La giostra non si ferma. Nuovo giro e nuova corsa: Festivalbar (estate 2006). Dagli studi di Cologno Monzese a Napoli, piazza del Plebiscito. Vedere tutta quella gente mi impaurisce e carica allo stesso tempo. Ma anche qui, per fortuna, il tempo per pensare non è troppo, c’è da lanciare Pino Daniele. La piazza si scalda e mi scalda. Si canta, si balla e... si beve. Incredibile, le prime due file vicine al palco alzano al cielo le bottiglie di acqua Rocchetta. Ci risiamo: «Puliti dentro e belli fuori». Da pelle d’oca.

E siamo al 2007, che si apre con uno scherzetto. Il più bello che mi potesse fare il destino: ora sì, mi chiamano proprio a Scherzi a parte. Rido e sono complice delle “disgrazie” altrui, ma alla fine sono anche gli altri a sghignazzare di me: alla trappola abbocco. Eccome. Per qualche minuto sono guai, maledette ceneri... Meglio metterla in musica, avrà pensato quella mano invisibile che mi muove come un mouse dal 2004: eccomi per due anni ai Wind Music Award (2007-08).

Pulita dentro e bella fuori, ma anche più aggressiva e sensuale. La svolta nel 2008, con Real Tv. Un gioco con me stessa. Una Cristina camaleontica, come non mi ero mai pensata. E vista. Merito degli effetti speciali e della regia pazzesca di Luca Tommassini. Mi muovo in mezzo a cristalli e veli, per la gioia dei maschietti. Le mie adorate casalinghe stavolta mi perdoneranno.

Per strada mi fermano, al ristorante si scusano quando l’acqua non è Rocchetta. Non è niente rispetto al ciclone calcio che mi sta per colpire. Già, estate 2008: «Controcampo, eccomi!». Un mondo nuovo, entro in punta di piedi, seppur con i tacchi... Non mi avventuro in discorsi tecnico-tattici: mica sono matta... Ma mi informo e mi aggiorno conTuttosport sotto il braccio. Avevo sempre tifato Juve, ma adesso la gente (e anche il presidente Andrea Agnelli, vista la magica inaugurazione dello Juventus Stadium) mi fa sentire la madrina di un popolo intero. Un popolo di 14 milioni di tifosi. Altro che signora in giallo: signora in bianconero...

Cambio il colore dei capelli: castani. Stop col biondo. Più donna e meno fatina. Senza rallentare la favola, che marcia a tavoletta. Tra una plin plin e un arredamento Chateaux d’Ax, la girandola mi trasporta ovunque: dalla finale italiana diThe Look of the Year (luglio 2009) a Fico+Fico Christmas show (2009-10) con I Fichi d'India, fino a Ice Christmas gala (2010). Fermarsi? Macchè. Dopo tanta Mediaset (ricordate quel viaggio in treno, quella telefonata...) rieccomi in Rai, sempre con Miss Italia, stavolta però come conduttrice dell’edizione planetaria. E poi un po’ di animali principeschi (Festival del circo di Montecarlo, 2010), un po’ di principi e basta (Ciak... si canta! con Emanuele Filiberto e Pupo) e per finire un po’ di Commedy Tour Risollevante (2010, Commedy Central).

E mi poteva mancare la radio? Neanche per sogno! Ritrovata l’importanza del caffè come carburante, modificato un tantino il fuso orario e riscoperto cos’è l’alba, adesso mi diverto a svegliarvi su Radio Kiss Kiss. Ogni mattina. E’ l’ultimo regalo: appassionante, coinvolgente, diverso nel suo genere. Ma le unghie sono ancora ben affilate. Sì, pronte a scartare un nuovo pacco. Insieme a voi: altrimenti, che gusto c’è?

 

Per presentazione eventi e spettacoli con Cristina Chiabotto contattare:

Igor Nogarotto
General Manager & Art Director Samigo Sas
Sede operativa: Via Marconi 8, 40100 Bologna
Cell. 347.9346400
Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Sede legale: Via Ravazza 19, 14047 Mombercelli (AT)
Sede Roma: fax 06.233220813
P. IVA: 01286730054


Igor Nogarotto (General Manager), Giuseppe Giacobazzi e Cristina Chiabotto ad un recente evento SAMIGO

 

Ci piace Samigo!



Brani inediti per Interpreti, richiedi informazioni

Vendita immobile zona LANGHE (Piemonte)

NINNA NONNA, la canzone dei Nonni

Il best seller "Volevo uccidere Gianni Morandi"

Italia vaffanculo



POPE is POP - New SAMIGO Production



Area riservata